Calendario proprio della Chiesa bolognese

28 SETTEMBRE: SAN ZAMA PROTOVESCOVO E SANTI VESCOVI BOLOGNESI

Santa Messa e Liturgia delle ore

San Zama protovescovo e santi vescovi bolognesi

Memoria

Con san Zama, protovescovo di Bologna, risaliamo alle radici della nostra Chiesa fecondata dal sangue dei martiri. Come attesta l’Elenco Renano (anteriore al sec.XII), svolse la sua missione nel III secolo e probabilmente conobbe la persecuzione di Diocleziano e la pace costantiniana. Il corpo di Zama e quello di Faustiniano furono traslati dalla chiesa dei santi Nabore e Felice alla Chiesa Cattedrale e posti sotto l’altare maggiore il 4 maggio 1586 per volontà del card. Gabriele Paleotti. Fra gli altri vescovi bolognesi, è degno di speciale menzione sant’Eusebio, intrepido difensore della fede cattolica al Concilio di Aquileia (381). Fu molto caro a sant’ Ambrogio di Milano e da lui lodato per la capacità di proporre l’ideale della verginità: “piscator Ecclesiae Bononiensis aptus ad hoc piscandis genus” (pescatore della Chiesa Bolognese particolarmente abile nel far emergere vocazioni verginali)   (De Virginitate 130). Nella Cattedrale, che custodisce le reliquie dei Santi Protovescovi, si celebra come festa.


SANTA MESSA

ANTIFONA D’INGRESSO
Dio ha scelto questi uomini santi
nella generosità del suo amore
e ha dato loro una gloria eterna.

COLLETTA
Guarda, Signore, la Chiesa Bolognese
che san Zama, primo vescovo,
generò con la parola di verità
e con i sacramenti della vita;
e fa’ che per sua intercessione
e di tutti i santi Vescovi
siamo sempre più coerenti con l’annunzio del Vangelo.
Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio,
e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,
per tutti i secoli dei secoli. Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA
Dove si celebra come festa, e per celebrazioni particolari:

PRIMA LETTURA 20, 17-18. 28-32. 36
Vegliate su voi stessi e su tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha posti come vescovi.

Dagli Atti degli Apostoli 

In quei giorni, da Milèto Paolo mandò a chiamare subito ad Efeso gli anziani della Chiesa. Quando essi giunsero disse loro: «Vegliate su voi stessi e su tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha posti come vescovi a pascere la Chiesa di Dio, che egli si è acquistata con il suo sangue.

Io so che dopo la mia partenza entreranno fra voi lupi rapaci, che non risparmieranno il gregge; perfino di mezzo a voi sorgeranno alcuni a insegnare dottrine perverse per attirare discepoli dietro di sé. Per questo vigilate, ricordando che per tre anni, notte e giorno, io non ho cessato di esortare fra le lacrime ciascuno di voi.

Ed ora vi affido al Signore e alla parola della sua grazia che ha il potere di edificare e di concedere l’eredità con tutti i santificati». Detto questo, si inginocchiò con tutti loro e pregò.

SALMO RESPONSORIALE Dal Salmo 88
Rit. Il Signore è fedele alle sue promesse per sempre.

Canterò senza fine le grazie del Signore,
con la mia bocca annunzierò la tua fedeltà nei secoli,
perché hai detto:
«La mia grazia rimane per sempre»;
la tua fedeltà è fondata nei cieli. Rit.

Dice il Signore:
«Ho stretto un’alleanza con il mio eletto,
ho giurato a Davide mio servo:
stabilirò per sempre la tua discendenza,
ti darò un trono che duri nei secoli. Rit.

Ho trovato Davide, mio servo,
con il mio santo olio l’ho consacrato;
la mia mano è il suo sostegno,
il mio braccio è la sua forza. Rit.

La mia fedeltà e la mia grazia saranno con lui
e nel mio nome si innalzerà la sua potenza.
Egli mi invocherà: Tu sei mio padre,
mio Dio e roccia della mia salvezza». Rit.

CANTO AL VANGELO Mc 1, 17

Rit. Alleluia, alleluia.
Seguitemi, dice il Signore,
e vi farò pescatori di uomini.
Rit. Alleluia.

VANGELO
Vi farò pescatori di uomini.

Dal vangelo secondo Marco 1, 14-20

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo».

Passando lungo il mare della Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito, lasciate le reti, lo seguirono. Andando un poco oltre, vide sulla barca anche Giacomo di Zebedèo e Giovanni suo fratello mentre riassettavano le reti. Li chiamò. Ed essi, lasciato il loro padre Zebedèo sulla barca con i garzoni, lo seguirono.

SULLE OFFERTE
Accogli, o Padre, la nostra offerta
nel ricordo di san Zama e di tutti i santi Vescovi della Chiesa Bolognese
e in segno della tua benevolenza
effondi su di noi l’abbondanza dei tuoi doni.
Per Cristo nostro Signore. Amen. 

ANTIFONA ALLA COMUNIONE  Gv 15,15
«Non vi chiamo più servi,
perché il servonon sa quello che fa il suo padrone;
vi ho chiamati amici,
perché tutto ciò che ho udito dal Padre mio l’ho fatto conoscere a voi».   

DOPO LA COMUNIONE
O Signore, il pegno della redenzione
che abbiamo ricevuto in questo sacramento
nella memoria di san Zama e di tutti i santi Vescovi,
ci unisca sempre più nel vincolo di amore della tua Chiesa
e ci guidi alla gloria futura.
Per Cristo nostro Signore. Amen.


LITURGIA DELLE ORE

Dal Comune dei pastori con salmodia del giorno dal salterio, eccetto quanto segue.

UFFICIO DELLE LETTURE

SECONDA LETTURA
San Gregorio Nazianzeno, Al Vescovo Eulalio, per la consacrazione 13, 4 (PG 35, 855-856)

Esortazione ad un vescovo che accede al proprio ufficio pastorale

Vieni dunque, o pastore ottimo e perfetto, accogli con noi e prima di noi il tuo popolo, che lo Spirito Santo ti ha affidato, che gli angeli ti presentano, che viene affidato alla tua vita e alla tua condotta. Che tu abbia ottenuto questo seggio attraverso le tribolazioni e gli impedimenti, non meravigliartene: nulla di ciò che è grande va esente da attenta considerazione, va esente da pene. E’ naturale che per le realtà umili tutto sia facile, per le realtà eccelse tutto sia arduo. Hai udito Paolo che dice: “Attraverso molte tribolazioni dobbiamo entrare nel regno dei cieli” (At 14, 21). Anche tu puoi dire: “Siamo passati per il fuoco e per l’acqua, e ci ha condotti a refrigerio” (Sal 65, 12). Che meraviglia! “Alla sera c’è stato pianto, e alla mattina letizia” (Sal 29, 6). Lascia che parlino a vanvera o stiano a bocca aperta quelli che cercano brighe. Insegna ad adorare Dio Padre, Dio Figlio, Dio Spirito Santo, in tre persone, in una maestà e in uno splendore. Ricerca la pecorella perduta, rinfranca quella debole e custodisci quella forte (cfr. Ez 34, 4). Ci aspettiamo da te negli uffici spirituali tanto successo quanto ne hai ottenuto negli uffici terreni. Ricevi dai condottieri che ti hanno preceduto l’armatura migliore, con cui potrai estinguere i dardi infuocati del maligno (cfr. Ef 6, 16) e presentare al Signore un popolo suo, un popolo santo, un sacerdozio regale (cfr. 1 Pt 2, 9), in Cristo Gesù Signore nostro; a lui sia gloria nei secoli. Amen.

Responsorio Cfr. I Cor 3, 10;4, 15-16
R.
Secondo la grazia di Dio che mi è stata data io ho posto il fondamento. * Fatevi miei imitatori.
V. Sono io che vi ho generato in Cristo Gesù mediante il vangelo.
R. Fatevi miei imitatori.

Orazione come alle Lodi mattutine.

LODI MATTUTINE

Inno

O Gesù Salvatore,
re immortale dei secoli,
vedi le braccia alzate
del popolo in preghiera.

Per i santi pastori
concedi alla tua Chiesa
pellegrina in Bologna
la vittoria sul male.

Sulle orme di Zama,
araldo della fede,
portarono il Vangelo
nella terra dei padri.

Con pietre scelte e vive
eressero il tuo tempio
in carità e pazienza
sulla roccia di Pietro.

Celesti ambasciatori
nella città dei santi
invocano per noi
il dono del tuo Spirito.

Al loro canto unanime,
o Dio trino ed unico,
unisci voci e cuori
oggi e nei secoli eterni. Amen.

Oppure:

Hi sacerdotes Domini sacrati,
consecratores Domini fideles
atque pastores populi fuere
impigro amore.

Namque susceptae benedictionis
dona servantes, studuere, lumbos
fortiter cincti, manibus coruscas
ferre lucernas.

Sicque suspensi vigilesque, quando
ianuam pulsans Dominus veniret,
obviaverunt properanti alacres
pandere limen.

Gloriae summum decus atque laudis,
rex, tibi, regum, Deitas perennis,
quicquid est rerum célebret per omne
tempus et aevum. Amen.

Oppure un altro inno o canto adatto approvato dall’autorità ecclesiastica.

Lettura breve                 Eb 13, 7-9a
Ricordatevi dei vostri capi, i quali vi hanno annunziato la parola di Dio; considerando attentamente l’esito del loro tenore di vita, imitatene la fede. Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi e sempre! Non lasciatevi sviare da dottrine varie e peregrine.

Responsorio breve
R.
Li hai posti come sentinelle, * vegliano sulla tua Chiesa.
Li hai posti come sentinelle, vegliano sulla tua Chiesa.
V. Giorno e notte annunziano il tuo nome,
vegliano sulla tua Chiesa.
Gloria al Padre al Figlio e allo Spirito Santo.
Li hai posti come sentinelle, vegliano sulla tua Chiesa.

Ant. al Ben.
Non siete voi a parlare,
ma parla in voi lo Spirito del Padre.

Invocazioni
A Cristo, buon pastore, che ha dato la vita per le sue pecorelle, innalziamo con fiducia la nostra preghiera: O Signore, guida il tuo popolo ai pascoli della vita eterna.

Cristo, che nei santi pastori ci hai dato un’immagine viva del tuo amore misericordioso,
– fa’ che sperimentiamo in coloro che ci guidano la dolcezza della tua carità.

Tu, che nei tuoi vicari continui a svolgere la missione di maestro e di pastore,
– non cessare mai di governarci tu stesso nella persona dei tuoi ministri.

Tu, che nei santi pastori, posti al servizio del tuo popolo, ti sei fatto medico delle anime e dei corpi,
– fa’ che non venga mai meno la tua presenza mediante ministri santi e santificatori.

Tu, che hai animato i fedeli con la sapienza e la carità dei santi
– fa’ che i predicatori del Vangelo ci aiutino a conoscerti e ad amarti come vuoi tu.

Padre nostro.

Orazione
Guarda, Signore, la Chiesa Bolognese che san Zama, primo vescovo, generò con la parola di verità e con i sacramenti della vita; e fa’ che per l’intercessione sua e di tutti i santi Vescovi siamo sempre più coerenti con l’annunzio del Vangelo. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio che è Dio e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

VESPRI

Inno come alle Lodi mattutine.

Oppure:

Sacrata nobis gaudia
dies reduxit annua,
laudantur in qua débito
cultu duces ovilium.

En pro gregis custodia
nullos labores néglegunt,
tutantur illum, sanius
impertientes pabulum.

Arcent lupos e finibus,
procul latrones éxigunt,
replent oves pinguédine,
ovile numquam déserunt.

Tot nunc potiti gaudiis,
gregum duces sanctissimi,
nobis rogate gratiam
apud tribunal iudicis.

Aeterne, Christe, pontifex,
tibi sit aequa gloria
cum Patre ed almo Spiritu
in sempitérna Saecula. Amen.

Oppure un altro inno o canto adatto approvato dall’autorità ecclesiastica.

Lettura breve 1 Pt 5, 1-4
Esorto gli anziani che sono tra voi, quale anziano come loro, testimone delle sofferenze di Cristo e partecipe della gloria che deve manifestarsi: pascete il gregge di Dio che vi è affidato, sorvegliandolo non per forza ma volentieri, secondo Dio; non per vile interesse, ma di buon animo; non spadroneggiando sulle persone a voi affidate, ma facendovi modelli del gregge. E quando apparirà il pastore supremo, riceverete la corona della gloria che non appassisce.

Responsorio breve
R.
Sacerdoti del Signore, * benedite il Signore.
Sacerdoti del Signore, benedite il Signore.
V. Lodate Dio, fedeli e umili di cuore:
benedite il Signore.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo.
Sacerdoti del Signore, benedite il Signore.

Ant. al Magn.
Ti rendo grazie, o Cristo, buon pastore,
che mi hai guidato alla gloria:
il gregge che mi hai dato
sia con me nel tuo regno.

Intercessioni
Gloria a Cristo, costituito sommo sacerdote per gli uomini davanti a Dio. Uniti nella preghiera della  sera, invochiamo il suo nome: Salva il tuo popolo, Signore.

Tu, che hai suscitato nella Chiesa pastori santi e sapienti,
– fa’ che la comunità cristiana sia sempre guidata da uomini saggi e generosi.

Hai perdonato le colpe del tuo popolo per le preghiere di pastori santi, che intercedevano come Mosè,
– per i loro meriti purifica e rinnova sempre la tua Chiesa.

Hai scelto in mezzo ai fratelli gli animatori del tuo popolo e li hai consacrati con l’unzione dello Spirito Santo,
– riempi dei suoi doni coloro che hai posto alla guida della santa Chiesa.

Tu, che sei l’eredità degli apostoli e dei loro successori,
– fa’ che nessuno si perda di quanti hai redento con il tuo sangue.

Tu, che per mezzo dei pastori della Chiesa assisti i tuoi fedeli, perché nessuno li strappi mai dalla tua mano.
– fa’ che i vescovi, i sacerdoti e i fedeli defunti si riuniscano tutti nella gioia del tuo regno.

Padre nostro.

Orazione
Guarda, Signore, la Chiesa Bolognese che san Zama, primo vescovo, generò con la parola di verità e con i sacramenti della vita; e fa’ che per l’intercessione sua e di tutti i santi Vescovi siamo sempre più coerenti con l’annunzio del Vangelo. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio che è Dio e vive e regna con te nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Amen.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail