Meditazione sul vangelo del giorno

Giovedì IX settimana

Chi rimane in me ed io in lui porta molto frutto

Dal vangelo secondo Marco (12,28b-34)

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».

Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore;
amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».

COMMENTO

L’insegnamento di Gesù si racchiude qui, in questo comandamento antico e sempre nuovo, sempre da costruire perché mai raggiunto. Avendo ascoltato l’annuncio che Dio è l’unico Signore, l’unico che merita devozione, mettersi al suo servizio per amore e non per obbedienza: amare incondizionatamente e senza risparmio Dio. Tutto il cuore, l’anima, la mente, le forze… non resta molto per amare qualcun altro, ma non ci sono altri Signori che hanno l’autorità di chiede questo legame. All’uomo figlio di Adamo può sembrare una catena terribile, non tanto il legame con Dio, quanto il divieto di amare altre cose e altre persone… Qui sta la grande libertà che è servire il Signore: Egli ci comanda di amare chi ci sta accanto, di amarlo come un fratello, come un altro me stesso, liberandoci dalle visioni ristrette del nostro egoismo, che ama solo chi gli serve e solo finché gli serve.

 

 

PREGHIERA
Salmo 118(119)

Quanto amo la tua legge!
La medito tutto il giorno.
Il tuo comando mi fa più saggio dei miei nemici,
perché esso è sempre con me.

Quanto sono dolci al mio palato le tue promesse,
più del miele per la mia bocca.
I tuoi precetti mi danno intelligenza,
perciò odio ogni falso sentiero.

Lampada per i miei passi è la tua parola,
luce sul mio cammino.
Ho giurato, e lo confermo,
di osservare i tuoi giusti giudizi.

Preghiamo.

O Dio, che nell’amore
verso di te e verso il prossimo
hai posto il fondamento di tutta la legge,
infiamma i nostri cuori
con lo Spirito del tuo amore,
perché secondo la tua volontà
ti amiamo nei fratelli con sincerità di cuore
e meritiamo di entrare nella vita eterna.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail