Meditazione sul vangelo del giorno

MARTEDÌ XXIV settimana. 15 settembre, B.V. Addolorata

chi rimane in me ed io in lui porta molto frutto

Dal vangelo secondo Giovanni (Gv 19, 25-27)

In quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua madre,
la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala.
Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava,
disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!».
Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!».
E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.

COMMENTO

La croce di Cristo, che vince il male, annovera tra gli elementi della sua fecondità anche la maternità di Maria verso il discepolo. Come ha seguito il figlio unigenito e ha partecipato alla sua passione, così partecipa alla vita di tutti i discepoli di Cristo, anche la nostra. È con noi anche quando ci sembra di essere rimasti soli, in croce, perché lei sta presso la croce. È con noi anche “nell’ora della nostra morte”, come era lì quando Gesù emise lo spirito. L’accogliamo con noi nella nostra vita, segno della premura di Dio e della sua compassione per noi.

PREGHIERA
Salmo 21(22)

Sei tu che mi hai tratto dal grembo,
mi hai affidato al seno di mia madre.
Al mio nascere, a te fui consegnato;
dal grembo di mia madre sei tu il mio Dio.
Non stare lontano da me,
perché l’angoscia è vicina e non c’è chi mi aiuti.

Tu mi hai risposto!
Annuncerò il tuo nome ai miei fratelli,
ti loderò in mezzo all’assemblea.

Lodate il Signore, voi suoi fedeli,
gli dia gloria tutta la discendenza di Giacobbe,
lo tema tutta la discendenza d’Israele;

perché egli non ha disprezzato
né disdegnato l’afflizione del povero,
il proprio volto non gli ha nascosto
ma ha ascoltato il suo grido di aiuto.

Preghiamo.

O Padre,
che accanto al tuo Figlio, innalzato sulla croce,
hai voluto presente la sua Madre Addolorata:
fa’ che la santa Chiesa,
associata con lei alla passione del Cristo,
partecipi alla gloria della risurrezione.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail