Per coloro che sono impediti a riunirsi nell'assemblea eucaristica

PENTECOSTE

celebrazione familiare del giorno del Signore

PENTECOSTE 

Preghiera in famiglia: di seguito; oppure Sussidio
Vangelo domenicale per i bimbi: Pentecoste
Liturgia delle ore del giorno: Primi vespri Lodi mattutine ;  Secondi vespri
Approfondimenti: Commento al lezionario di Pasqua (d. Giuseppe Ferretti)

Altri suggerimenti dalla CEI: Chi ci separerà?


PRESENTAZIONE

La Pasqua di Cristo ha raggiunto il suo compimento. Seminata nei solchi della quaresima, arati nella profondità della penitenza, è sbocciata dalla terra con la novità della risurrezione di Cristo ed ora è pronta ad offrire il suo frutto. Quando in noi sentiamo che la potenza del Signore ha portato frutto? Quando possiamo sentirci pronti per il Signore? I discepoli non si sentivano pronti, erano ancora chiusi in casa ed è stato lo Spirito a scuoterli e ad aprirli verso i concittadini di Gerusalemme. Quest’ultimi non erano affatto cambiati, erano gli stessi che avevano perseguitato e ucciso il Maestro, che minacciavano di fare lo stesso anche a loro. Non erano cambiate le condizioni della città degli uomini, era cambiato invece il loro cuore. Questa Pentecoste sorprende anche noi e ci trova ancora nei limiti della prevenzione al contagio. Cosa è cambiato là fuori? Il mondo nel quale timidamente torniamo ad affacciarci con tante precauzioni è sempre lo stesso. Quale compimento della Pasqua di Cristo è maturato in noi? Esitiamo a rispondere.

Non ci deve stupire se non vediamo grandi cambiamenti nel mondo intorno a noi, perché cerchiamo il frutto della Pasqua nel luogo sbagliato. Guardiamo invece al nostro spirito, e scopriremo che si è caricato di frutti saporosi, suscitati dallo Spirito per sfamare quell’umanità che bussa fuori della nostra porta, nella nostra città.

«Così prepari la terra: ne irrighi i solchi, ne spiani le zolle,
la bagni con le piogge e benedici i suoi germogli.
le valli si ammantano di messi: gridano e cantano di gioia!»

dal Salmo 64(65)

 

Introduzione

Tutti si segnano con il segno della croce, mentre la Guida dice:
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Tutti: Amen.

Guida: Dio manda nel cuore dei credenti il suo Spirito. Dio abita sulla nostra terra, ospite dell’uomo. Come all’inizio del mondo lo Spirito riempiva di vita la Creazione, ancora adesso ci riempie l’esistenza, suscitando un frutto di vita divina: amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé.

Salmo 64(65)

Tutti: Beato chi hai scelto e chiamato vicino

Lettore: Con i prodigi della tua giustizia, tu ci rispondi, o Dio, nostra salvezza,
fiducia degli estremi confini della terra e dei mari più lontani

Tutti: Beato chi hai scelto e chiamato vicino

Lettore: Gli abitanti degli estremi confini sono presi da timore davanti ai tuoi segni: tu fai gridare di gioia le soglie dell’oriente e dell’occidente.

Tutti: Beato chi hai scelto e chiamato vicino

Lettore: Tu visiti la terra e la disseti, la ricolmi di ricchezze.
Il fiume di Dio è gonfio di acque; tu prepari il frumento per gli uomini.

Tutti: Beato chi hai scelto e chiamato vicino

Lettore: Così prepari la terra: ne irrighi i solchi, ne spiani le zolle, la bagni con le piogge e benedici i suoi germogli. Coroni l’anno con i tuoi benefici, i tuoi solchi stillano abbondanza.

Tutti: Beato chi hai scelto e chiamato vicino

Lettore: Stillano i pascoli del deserto e le colline si cingono di esultanza. I prati si coprono di greggi, le valli si ammantano di messi: gridano e cantano di gioia!

Tutti: Beato chi hai scelto e chiamato vicino

LETTURA

Vangelo

Lettore: Dal vangelo secondo Giovanni (Gv 20,19-23)
La sera di quel giorno, il primo della settimana, mentre erano chiuse le porte del luogo dove si trovavano i discepoli per timore dei Giudei, venne Gesù, stette in mezzo e disse loro: «Pace a voi!». Detto questo, mostrò loro le mani e il fianco. E i discepoli gioirono al vedere il Signore.

Gesù disse loro di nuovo: «Pace a voi! Come il Padre ha mandato me, anche io mando voi». Detto questo, soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo. A coloro a cui perdonerete i peccati, saranno perdonati; a coloro a cui non perdonerete, non saranno perdonati».

Commento

Uno dei presenti: I discepoli sono chiusi in casa per timore: difficile non riconoscersi in questa immagine. C’è un timore legittimo che ci isola e ci fa temere di riceve o di causare un danno agli altri. Il Risorto raggiunge anche noi nei nostri isolamenti e ci incoraggia a riconnetterci con quella città e  quel mondo dal quale ci difendiamo prendendo le distanze. Non è questione di violare la “distanza di sicurezza” o di strategie comunicative migliori. Il Signore che ci visita ci fornisce la dotazione esclusiva del suo Spirito per ricostruire la frammentazione e vincere l’isolamento. E questo Spirito ha come principio attivo quello di perdonare, di creare comunione non tra gli affini, ma proprio tra i nemici, tra gli avversari. Questo è il principio di rigenerazione del mondo. A ciascuno di noi in questo giorno il Signore Gesù dice “pace” e offre la forza di ricucire gli strappi, di saldare le fratture, di generare una comunione oltre le inevitabili divisioni del peccato.

Ci sentiamo inadeguati, va da sé. Ma anche gli apostoli che si sono affacciati alla città di Gerusalemme nel giorno di Pentecoste non sapevano come sarebbe andata a finire. Il dono dello Spirito lo conosciamo solo quando lo esprimiamo. Nel momento in cui osiamo il perdono sappiamo che lo Spirito è in noi, non prima. Nel momento in cui parliamo delle meraviglie di Dio, sappiamo che le nostre lingue possono incendiare. Nel momento in cui compiamo la giustizia del Regno scopriamo che Dio agisce nella nostra azione. Nel momento in cui costruiamo familiarità con i fratelli, scopriamo che davvero lo Spirito è effuso nei nostri cuori.

Professione di fede

Guida: Lo Spirito ci fa proclamare le grandi opere di Dio per la salvezza nostra e del mondo intero. Diamo voce alla sua ispirazione e professiamo la nostra fede.

Tutti: Io credo in Dio, Padre onnipotente, Creatore del cielo e della terra.

E in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi;

il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio Padre onnipotente: di là verrà a giudicare i vivi e i morti.

Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica,
la comunione dei santi, la remissione dei peccati,
la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

PREGHIERA

Guida: Sentiamo le preoccupazioni del tempo presente, le nostre e quelle di tutto il mondo. Lo Spirito ci incoraggia a indirizzarci al Padre per avere misericordia per mezzo del suo Figlio Gesù Cristo.

Tutti: Abbi pietà di noi, Signore.

Lettore: Perché in tutte le chiese del mondo si manifesti la Chiesa una, santa, cattolica, apostolica, sgorgata dalla Pentecoste e in .cammino fino al traguardo del cielo, preghiamo.

Lettore: Perché cessi il pericolo del contagio che in questi mesi ci ha limitato in numerosi ambiti della nostra vita, e con prudenza e coraggio possiamo tornare alla normalità, migliorati dalle prove sostenute, preghiamo.

Lettore: Perché tutti i credenti non smettano di osare il perdono, nel nome del Signore, nella fiducia della superiorità della giustizia divina sulle nostre limitate ragioni umane, preghiamo.

Lettore: Per la Chiesa di Gerusalemme che custodisce la memoria dei luoghi della nostra salvezza, perché il Signore l’arricchisca di tutti i carismi necessari alla vocazione a cui la chiama in quella terra di divisioni,  e per la vita di tutte le chiese.

Lettore: Per la salute di quanti sono stati coinvolti dal contagio, per il personale sanitari che li assiste, per i familiari che li attendono e li incoraggiano, perché lo Spirito santo offra i doni necessari alla prova che sostengono, preghiamo.

Lettore: Per quanti hanno perso il lavoro o sono in cassa integrazione, per gli studenti che hanno visto compromesso il loro diritto allo studio, perché lo Spirito susciti sapienza negli amministratori, forza in quanti sono provati, solidarietà in tutti, preghiamo.

Si consiglia di formulare anche altre intenzioni di preghiera che più premono alla famiglia.

Preghiera del Signore

Guida: Non abbiamo ricevuto uno spirito da schiavi, ma uno spirito da figli, nel quale gridiamo la nostra fiducia nel Padre.

Tutti: Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. Amen.

Guida: Liberaci, o Signore, da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni, e con l’aiuto della tua misericordia vivremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell’attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro salvatore Gesù Cristo.
Tutti: Tuo è il regno, tua la potenza e la gloria nei secoli.

Orazione

Guida: Signore Gesù Cristo, Figlio del Dio vivo, che per volontà del Padre e con l’opera dello Spirito Santo, morendo hai dato la vita al mondo, per il santo mistero del tuo Corpo e del tuo Sangue offerto sull’altare dalla tua Chiesa anche per noi, liberaci da ogni colpa e da ogni male, fa’ che siamo sempre fedeli alla tua legge e non siamo mai separati da te, che vivi e regni nei secoli dei secoli. Tutti: Amen.

Mentre tutti si segnano con il segno della croce la Guida dice: Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Tutti: Amen.

Nel tempo di pasqua, la Chiesa onora la Beata Vergine Maria con la preghiera del “Regina coeli”. Noi la salutiamo chiamandola alla gioia per la Risurrezione del suo Figlio, e lei ci rincuora, richiamando noi a sua volta alla gioia per la Risurrezione del suo Figlio.

Tutti: Regina dei cieli, rallegrati, alleluia.
Cristo, che hai portato nel grembo, alleluia,
è risorto, come aveva promesso, alleluia.
Prega il Signore per noi, alleluia.

Guida: Rallegrati, Vergine Maria, alleluia.
Tutti: Il Signore è veramente risorto, alleluia.

Guida: Preghiamo.
O Dio, che nella gloriosa risurrezione del tuo Figlio hai ridato la gioia al mondo intero, per intercessione di Maria Vergine, concedi a noi di godere la gioia della vita senza fine. Per Cristo nostro Signore. Tutti: Amen.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail