L'anima mia ha sete del Signore

Martedì dell’Ottava di Pasqua

Meditazione sul vangelo del giorno

Dal vangelo secondo Giovanni (20,11-18)

In quel tempo, Maria stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva.
Si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù.
Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?».
Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse:
«Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo».
Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: “Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro”».

COMMENTO Con tenerezza Gesù dice anche a noi, “perché piangi? Chi cerchi?” Ognuno ha la sua risposta, con le lacrime dei suoi lutti e l’ansia delle sue preoccupazioni. Fermiamoci anche noi, e diamo una risposta a questa domanda: cosa sto cercando? Di cosa mi rammarico? Se cerchiamo qualcosa, non la troveremo. Se cerchiamo il Vivente, allora siamo trovati. Se cerchiamo qualcosa, non le tratterremo. Se cerchiamo il Vivente, allora è con noi per sempre.

PREGHIERA
Salmo 44(45)

Tu sei il più bello tra i figli dell’uomo,
sulle tue labbra è diffusa la grazia,
perciò Dio ti ha benedetto per sempre.

O prode, cingiti al fianco la spada,
tua gloria e tuo vanto, e avanza trionfante.

Di mirra, àloe e cassia
profumano tutte le tue vesti;
da palazzi d’avorio ti rallegri
il suono di strumenti a corda.

Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio:
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre;
il re è invaghito della tua bellezza.
È lui il tuo signore: rendigli omaggio.

Preghiamo.

Dio onnipotente ed eterno,
ristoro nella fatica, sostegno nella debolezza,
conforto nel pianto,
ascolta la preghiera che rivolgiamo a te:
il tuo Figlio ha voluto affidare a Maria Maddalena
il primo annunzio della gioia pasquale;
fa’ che per il suo esempio e la sua intercessione
proclamiamo al mondo il Signore risorto,
per gustare il rifugio della tua misericordia e
contemplarlo accanto a te nella gloria.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail