L'anima mia ha sete del Signore

Mercoledì ottava di Pasqua

Meditazione sul vangelo del giorno

Dal vangelo secondo Luca (24,13-35)

Quando furono vicini al villaggio dove erano diretti,
Gesù fece come se dovesse andare più lontano.
Ma i discepoli insistettero:
«Resta con noi, perché si fa sera e il giorno è ormai al tramonto».
Egli entrò per rimanere con loro.
Quando fu a tavola con loro, prese il pane, recitò la benedizione,
lo spezzò e lo diede loro. Allora si aprirono loro gli occhi e lo riconobbero.

COMMENTO Gesù entra nella casa dei discepoli per la loro insistenza. Non c’è tramonto che possa farci sentire abbandonati, rinchiusi in casa prigionieri delle nostre frustrazioni e delusioni, se noi lasciamo entrare il Risorto. Il Signore è alla porta e bussa: se gli apriamo la porta, egli entra e rimane con noi, sempre. E se all’inizio non lo riconosciamo e ci sembra assente, facciamoci coraggiosi e ripetiamo il gesto della condivisione. Mentre benediciamo, cioè riconosciamo il dono di Dio, e mentre spezziamo, cioè condividiamo con gli altri, trattati come fratelli degni di stare alla nostra tavola, il Signore risorto rivelerà la sua presenza.

PREGHIERA
Salmo 22(23)
Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla.
Su pascoli erbosi mi fa riposare,
ad acque tranquille mi conduce.

Rinfranca l’anima mia,
mi guida per il giusto cammino
a motivo del suo nome.

Anche se vado per una valle oscura,
non temo alcun male, perché tu sei con me.
Il tuo bastone e il tuo vincastro
mi danno sicurezza.

Davanti a me tu prepari una mensa
sotto gli occhi dei miei nemici.
Ungi di olio il mio capo;
il mio calice trabocca.

Sì, bontà e fedeltà mi saranno compagne
tutti i giorni della mia vita,
abiterò ancora nella casa del Signore
per lunghi giorni.

Preghiamo.

Ti glorifichiamo, Padre santo,
che ci sostieni sempre nel nostro cammino
soprattutto in questo tempo in cui
Cristo nostra Pasqua è stato immolato,
concedici di essere rinnovati nel tuo Spirito,
per rinascere nella luce del Signore risorto.
lui che, come ai discepoli di Emmaus,
ci svela il senso delle Scritture
e spezza il pane per noi.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail