Un affidamento al Signore, con l'intercessione di Maria

NOVENA NEL TEMPO DELL’EPIDEMIA

Il Signore Gesù ci invita a pregare, con fiducia e insistenza, per affidare il nostro affanno a lui e imparare con lui a confidare nella misericordia del Padre.
Noi sappiamo che Dio ama la vita e non gode della rovina delle sue creature. Per questo, desiderando sempre che si compia la sua volontà in terra come in cielo, preghiamo perché questa epidemia cessi e la vita di tutti sia protetta.
Ci affidiamo all’intercessione della Vergine di San Luca attenta alla sofferenza dei suoi figli e ci uniamo alla preghiera di tutte le nostre comunità, di tanti che si uniscono a noi nell’intercessione, uniti a chi é malato, a quanti per aiutare si prodigano con generosità e aiutano chi é colpito e isolato. Ci affidiamo alla misericordia e alla tenerezza di Dio Padre verso tutti i suoi figli e seguiamo Gesù che combatte il male scegliendo la via dell’amore.

La preghiera che proponiamo, dopo la richiesta di perdono (1),
propone un momento di ascolto (2) così composto:
– un brano evangelico che ci annuncia in Gesù la salvezza del Padre;
– un piccolo salmo responsoriale, che riecheggia l’invito a confidare nel Signore;
– una orazione, presa dal tesoro di preghiera della Chiesa.
Si propone quindi la recita del santo rosario (3) con i misteri del giorno,
che si conclude con le litanie mariane (4)
e le intercessioni (5).

Sussidio a colori; Sussidio in bianco e nero

Introduzione

Segno di croce.
Guida: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo.
Tutti: Amen.

1 Richiesta di perdono

Guida, se lo ritiene opportuno, può introdurre la preghiera con queste parole:
Nel disagio di questi giorni, consapevoli della malattia e della tribolazione di tanti nostri fratelli, uniamoci in preghiera per supplicare il Signore di superare questa emergenza e di ritornare nella serenità e nella pace a servirlo con una rinnovata vita cristiana. Chiediamo al Signore il perdono dei nostri peccati e di ogni complicità con il male di questo mondo.

Tutti:
Pietà di me, o Dio, nel tuo amore;*
nella tua grande misericordia cancella la mia iniquità.

Lavami tutto dalla mia colpa,*
dal mio peccato rendimi puro.

Nella tua bontà fa’ grazia a Sion,*
ricostruisci le mura di Gerusalemme.

Allora gradirai i sacrifici legittimi,†
l’olocausto e l’intera oblazione;*
allora immoleranno vittime sopra il tuo altare.

dal Salmo 50(51)

Guida: Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna.
Tutti: Amen.

2. Ascolto della Parola di Dio

Primo giorno

Dal vangelo secondo Matteo 4,13-14.16

Lettore:  In quel tempo Gesù lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia:
Il popolo che abitava nelle tenebre vide una grande luce,
per quelli che abitavano in regione e ombra di morte una luce è sorta.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Chi abita al riparo dell’Altissimo *
passerà la notte all’ombra dell’Onnipotente.
Tutti: Io dico al Signore: «Mio rifugio e mia fortezza,*
mio Dio in cui confido».

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
Dio onnipotente e misericordioso, ristoro nella fatica, sostegno nella debolezza, conforto nel pianto, ascolta la preghiera che, coscienti delle nostre colpe, rivolgiamo a te: salvaci dalle angustie presenti e donaci un sicuro rifugio nella tua misericordia.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Secondo giorno

Dal vangelo secondo Matteo 4,17.23

Lettore: In quel tempo Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino».
Egli percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Egli ti libererà dal laccio del cacciatore,*
dalla peste che distrugge.
Tutti:
Ti coprirà con le sue penne,†
sotto le sue ali troverai rifugio;*
la sua fedeltà ti sarà scudo e corazza.

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
Dio onnipotente e misericordioso, guarda la nostra dolorosa condizione: conforta i tuoi figli e apri i nostri cuori alla speranza, perché sentiamo in mezzo a noi la tua presenza di Padre.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Terzo giorno

Dal Vangelo secondo Matteo 8,5.6.8.10.13a

Lettore: In quel tempo, entrato Gesù in Cafàrnao, gli venne incontro un centurione che lo scongiurava e diceva: «Signore, il mio servo è in casa, a letto, paralizzato e soffre terribilmente. Io non sono degno che tu entri sotto il mio tetto, ma di’ soltanto una parola e il mio servo sarà guarito.
Gesù si meravigliò e disse: «In Israele non ho trovato nessuno con una fede così grande! Va’, avvenga per te come hai creduto».

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Non temerai il terrore della notte *
né la freccia che vola di giorno,
Tutti: la peste che vaga nelle tenebre,*
lo sterminio che devasta a mezzogiorno.

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
O Dio, il tuo unico Figlio ha preso su di sé la povertà e la debolezza di tutti gli uomini, rivelando il valore misterioso della sofferenza, benedici coloro che sono tribolati, perché uniti a Cristo, per la preghiera unanime della Chiesa, godano della consolazione promessa agli afflitti.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Quarto giorno

Dal vangelo secondo Matteo 8,14-17

Lettore: In quel tempo, entrato Gesù nella casa di Pietro, vide la suocera di lui che era a letto con la febbre. Le toccò la mano e la febbre la lasciò; poi ella si alzò e lo serviva.
Venuta la sera, gli portarono molti indemoniati ed egli scacciò gli spiriti con la parola e guarì tutti i malati, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaia: 
Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle malattie.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Sì, mio rifugio sei tu, o Signore! *
Tu hai fatto dell’Altissimo la tua dimora:
Tutti: non ti potrà colpire la sventura,*
nessun colpo cadrà sulla tua tenda.

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
Guarda benigno, Signore, alla nostra tribolazione, e allontana le afflizioni che ci colpiscono, secondo il tuo giudizio di misericordia.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Quinto giorno

Lettore: In quel tempo, Gesù venne a Nàzaret, nella sinagoga. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia; aprì il rotolo e trovò il passo dove era scritto:
Lo Spirito del Signore è sopra di me;
per questo mi ha consacrato con l’unzione
e mi ha mandato a portare ai poveri il lieto annuncio,
a proclamare ai prigionieri la liberazione
e ai ciechi la vista;
a rimettere in libertà gli oppressi,
a proclamare l’anno di grazia del Signore.
Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato».

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Egli per te darà ordine ai suoi angeli *
di custodirti in tutte le tue vie.
Tutti: Sulle mani essi ti porteranno,*
perché il tuo piede non inciampi nella pietra.

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
Signore Padre clementissimo, mostraci la tua misericordia senza limiti, perché siano liberati dal peccato e dalle tribolazioni coloro che hai amato tanto da mandare il tuo Figlio unigenito, Gesù Cristo nostro Signore.
Egli vive e regna nei secoli dei secoli.
Tutti: Amen.

Sesto giorno

Dal Vangelo secondo Matteo 8,13-14.

Lettore: In quel tempo Gesù partì su una barca e si ritirò in un luogo deserto, in disparte. Ma le folle, avendolo saputo, lo seguirono a piedi dalle città. Sceso dalla barca, egli vide una grande folla, sentì compassione per loro e guarì i loro malati.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Calpesterai leoni e vipere, *
schiaccerai leoncelli e draghi.
Tutti: Lo libererò, perché a me si è legato,*
lo porrò al sicuro, perché ha conosciuto il mio nome.

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
Non disprezzare, Dio onnipotente, questo tuo popolo che grida a te nella presente afflizione e soccorri benevolmente tutti i tribolati, a gloria del tuo nome. Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Settimo giorno

Dal Vangelo secondo Matteo 15,21-22.28.

Lettore: In quel tempo Gesù si ritirò verso la zona di Tiro e di Sidone. Ed ecco, una donna cananea, che veniva da quella regione, si mise a gridare: «Pietà di me, Signore, figlio di Davide! Mia figlia è molto tormentata da un demonio». Allora Gesù le replicò: «Donna, grande è la tua fede! Avvenga per te come desideri». E da quell’istante sua figlia fu guarita.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Mi invocherà e io gli darò risposta;†
nell’angoscia io sarò con lui,*
lo libererò e lo renderò glorioso.
Tutti: Lo sazierò di lunghi giorni *
e gli farò vedere la mia salvezza».

dal Salmo 90(91)

Guida: Preghiamo.
O Dio, nostro rifugio e nostra forza, ascolta le preghiere ardenti dei tuoi fedeli: tu che sei l’autore e il compimento della fede, concedici di ottenere efficacemente quello che ti chiediamo con ferma fiducia.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Ottavo giorno

Dal Vangelo secondo Matteo 15,29-31.

Lettore: In quel tempo Gesù giunse presso il mare di Galilea e, salito sul monte, lì si fermò. Attorno a lui si radunò molta folla, recando con sé zoppi, storpi, ciechi, sordi e molti altri malati; li deposero ai suoi piedi, ed egli li guarì, tanto che la folla era piena di stupore nel vedere i muti che parlavano, gli storpi guariti, gli zoppi che camminavano e i ciechi che vedevano. E lodava il Dio d’Israele.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Nell’angustia gridarono al Signore,*
ed egli li salvò dalle loro angosce.
Tutti: Mandò la sua parola, li fece guarire *
e li salvò dalla fossa.

dal Salmo 106(107)

Guida: Preghiamo.
Esaudisci, Dio nostra salvezza, la preghiera di questo tuo popolo, e per l’intercessione della beata sempre vergine Maria e tutti i santi, liberaci da ogni male secondo il tuo giudizio, e rendici sicuri della tua misericordia.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

Nono giorno

Dal Vangelo secondo Marco 16,15-20

Lettore: In quel tempo il Risorto disse agli undici: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».
Il Signore Gesù, dopo aver parlato con loro, fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano.

Si consiglia di osservare qualche istante di silenzio.

Lettore: Sia benedetto il Signore,*
che ha dato ascolto alla voce della mia supplica.
Tutti: Salva il tuo popolo e benedici la tua eredità,*
sii loro pastore e sostegno per sempre.

dal salmo 27(28)

Guida: Preghiamo.
O Dio, che non vuoi la morte del peccatore ma che si converta e viva, guarda benigno il tuo popolo fedele: allontana da noi i flagelli delle malattie e delle sciagure, perché, riconoscenti della tua misericordia, viviamo sempre nella tua pace.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

3. Santo rosario della Beata Vergine Maria

Lunedì e sabato: misteri gaudiosi
Primo mistero: l’annuncio dell’angelo a Maria

L’angelo disse a Maria: «Non temere, perché hai trovato grazia presso Dio. (Lc 1,30).

Secondo mistero: la vista di Maria ad Elisabetta

Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «beata colei che ha creduto» (Lc 1,42).

Terzo mistero: la nascita di Gesù a Betlemme

L’angelo disse ai pastori: «Non temete: ecco, vi annuncio una grande gioia: oggi, è nato per voi un Salvatore» (Lc 2,10.11).

Quarto mistero: la presentazione al tempio di Gesù

La profetessa Anna, sopraggiunta in quel momento, parlava del bambino a quanti aspettavano la redenzione di Gerusalemme. (Lc 2,38).

Quinto mistero: Lo smarrimento e ritrovamento di Gesù nel tempio.

Gesù rispose a Maria e Giuseppe: «Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?». 50Ma essi non compresero ciò che aveva detto loro. (Lc 2,49-50)

Martedì e venerdì: misteri dolorosi

Primo mistero: l’agonia di Gesù nell’orto degli ulivi

Gesù pregava dicendo: «Padre mio, se è possibile, passi via da me questo calice! Però non come voglio io, ma come vuoi tu!» (Mt26,39).

Secondo mistero: la flagellazione di Gesù alla colonna

Allora i soldati condussero Gesù nel pretorio. Sputandogli addosso, gli tolsero di mano la canna e lo percuotevano sul capo (Mt 27,27.30).

Terzo mistero: la coronazione di spine

I soldati intrecciarono [per lui] una corona di spine. Poi, inginocchiandosi lo deridevano: «Salve, re dei Giudei!» (Mt 27,28.29).

Quarto mistero: la salita di Gesù al Calvario

I soldati condussero via Gesù per crocifiggerlo. Incontrarono un uomo di Cirene, chiamato Simone, e lo costrinsero a portare la sua croce (Mt 27,31.32).

Quinto mistero: la morte di Gesù in croce.

Gesù gridò a gran voce: «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?» (Mt 27,45-46).

Giovedì: misteri luminosi

Primo mistero: il battesimo di Gesù al fiume Giordano

Vedendo Gesù venire verso di lui, Giovanni disse: «Ecco l’agnello di Dio, colui che toglie il peccato del mondo!» (Gv 1,29)

Secondo mistero: Gesù svela la sua gloria a Cana di Galilea

Vi fu una festa di nozze a Cana di Galilea. Venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: «Non hanno vino» (Gv 2,1.3).

Terzo mistero: Gesù annuncia il Vangelo del Regno di Dio

Gesù andò nella Galilea e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo» (Mc 1,14.15).

Quarto mistero: la trasfigurazione di Gesù

Gesù disse: «Padre, glorifica il tuo nome». Venne allora una voce dal cielo: «L’ho glorificato e lo glorificherò ancora!». (Gv 12,28).

Quinto mistero: l’istituzione dell’Eucaristia nell’ultima cena

Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia me vivrà per me (Gv 6,57).

Mercoledì e domenica: misteri gloriosi

Primo mistero: la risurrezione di Gesù dai morti nel suo vero corpo

«Non temere! Io sono il Primo e l’Ultimo, e il Vivente. Ero morto, ma ora vivo per sempre» (Ap 1,17.18)

Secondo mistero: l’ascensione al cielo di Gesù risorto

Il Signore Gesù fu elevato in cielo e sedette alla destra di Dio. Allora gli apostoli partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che la accompagnavano. (Mc 16,19-20)

Terzo mistero: la discesa dello Spirito Santo su Maria e gli apostoli

Quand’ebbero terminato la preghiera, il luogo in cui erano radunati tremò e tutti furono colmati di Spirito Santo e proclamavano la parola di Dio con franchezza (At 4,31).

Quarto mistero: l’assunzione di Maria in cielo in anima e corpo

Tutti erano perseveranti e concordi nella preghiera, insieme a a Maria, la madre di Gesù (At 1,14).

Quinto mistero: l’incoronazione di Maria regina del cielo e della terra

«Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente e Santo è il suo nome. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata». (Lc 1,49.48).

Dopo l’annuncio di ogni mistero e qualche istante di meditazione, dove si può anche lodevolmente leggere qualche versetto della Scrittura che li ricorda, si recitano 1 “Padre nostro”, 10 “Ave Maria”, 1 “Gloria al Padre”.

Antifona mariana

A conclusione del Rosario si può recitare una delle seguenti antifone mariane.

Salve, Regina, Madre di misericordia; vita, dolcezza e speranza nostra, salve.
A te ricorriamo, noi esuli figli di Eva;
a te sospiriamo, gementi e piangenti in questa valle di lacrime.
Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi.
E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del Tuo seno.
O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria!

oppure:

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio, Santa Madre di Dio:
non disprezzare le suppliche di noi  che siamo nella prova,
e liberaci da ogni pericolo,  o Vergine gloriosa e benedetta.

A seconda della consuetudine si può aggiungere la preghiera per l’acquisto delle sante indulgenze, ovvero un “Padre nostro”, “Ave Maria” e un “Gloria al Padre” per il nostro papa Francesco e 3 “Eterno riposo“ per i defunti.

4. Litanie lauretane di Maria santissima

Lettore: Tutti:
Signore, pietà Signore, pietà.
Cristo, pietà Cristo, pietà.
Signore, pietà Signore, pietà.

Cristo, ascoltaci Cristo, ascoltaci.
Cristo, esaudiscici Cristo, esaudiscici.

Padre che sei nei Cieli abbi pietà di noi.
Figlio, Redentore del mondo abbi pietà di noi.
Spirito Santo Paraclito abbi pietà di noi.
Santa Trinità, unico Dio abbi pietà di noi.

Santa Maria prega per noi.
Santa Madre di Dio
Santa Vergine delle vergini
Madre di Cristo
Madre della Chiesa
Madre della divina grazia
Madre purissima
Madre castissima
Madre sempre vergine
Madre immacolata
Madre degna d’amore
Madre ammirabile
Madre del buon Consiglio
Madre del Creatore
Madre del Salvatore
Vergine prudentissima
Vergine degna di onore
Vergine degna di lode
Vergine potente
Vergine clemente
Vergine fedele
Specchio di perfezione
Sede della Sapienza
Fonte della nostra gioia
Tempio dello Spirito Santo
Tabernacolo dell’eterna gloria,
Dimora consacrata a Dio
Rosa mistica
Torre della santa città di Davide,
Fortezza inespugnabile
Santuario della divina presenza
Arca dell’alleanza
Porta del Cielo
Stella del mattino
Salute degli infermi
Rifugio dei peccatori
Consolatrice degli afflitti
Aiuto dei cristiani
Regina degli angeli
Regina dei patriarchi
Regina dei profeti
Regina degli apostoli
Regina dei martiri
Regina dei testimoni della fede
Regina delle vergini
Regina di tutti i santi
Regina concepita senza peccato
Regina assunta in Cielo
Regina del santo Rosario
Regina della famiglia
Regina della pace

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo perdonaci, Signore.
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo ascoltaci, Signore.
Agnello di Dio che togli i peccati del mondo abbi pietà di noi.

Prega per noi, santa Madre di Dio rendici degni delle promesse di Cristo.

Guida: Preghiamo.
Concedi ai tuoi fedeli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito, e per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre Vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine.
Per Cristo nostro Signore.
Tutti: Amen.

5. Intercessioni

Invocazioni a Cristo

Lettore:
Da ogni male salvaci, Signore.
Da ogni peccato
Dalle insidie del diavolo
Dall’odio e dalla violenza
Dal flagello delle epidemie
Dalla morte eterna
Per la tua incarnazione
Per il tuo digiuno nel deserto
Per la tua passione e la tua croce
Per la tua morte e risurrezione
Per il dono dello Spirito santo
Per la tua venuta nella gloria.

Suppliche per le presenti necessità

Perdona le nostre colpe Ascoltaci, Signore.
Guidaci a vera conversione
Benedici questo popolo a te consacrato
Donaci la tua misericordia
Libera l’umanità dalla fame e dalla guerra
Liberaci dalle malattie e dalle pestilenze
Dona al mondo intero la giustizia e la pace
Conforta e illumina la tua santa Chiesa
Proteggi il Papa, i vescovi, i presbiteri e tutti i ministri del Vangelo
Manda nuovi operai nella tua messe
Dona a tutti i cristiani l’unità della fede
Conduci tutti gli uomini alla verità del Vangelo.
Sii presente in ogni casa e in ogni famiglia
Illumina con la tua sapienza i legislatori e i governanti
Dona perseveranza a chi si pende cura dei malati
Conforta i nostri fratelli infermi e sofferenti
Concedi a tutti i defunti la gioia del tuo regno.

Gesù, Figlio del Dio vivente, ascolta la nostra supplica.
Gesù, Figlio del Dio vivente, ascolta la nostra supplica.

Guida: Preghiamo.
O Dio, salvezza eterna dei credenti,
ascolta le preghiere che ti rivolgiamo in questo tempo di epidemia,
per i nostri fratelli infermi, per chi li cura ed assiste, per chi sostiene il disagio della condizione presente.
Concedi che, liberati da ogni male, possiamo tornare a radunarci insieme per renderti grazie e magnificare la tua misericordia.
Per Cristo nostro Signore. Amen.

Conclusione

Mentre la Guida dice la seguente formula, tutti si segnano con il segno della croce:
Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna.
Tutti: Amen.

Guida: Benediciamo il Signore.
Tutti: Rendiamo grazie a Dio.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail