Preghiamo per il sinodo

PROPOSTE LITURGICHE PER LA PARTECIPAZIONE AL SINODO

Tracce per le messe, la liturgia delle ore e la preghiera in preparazione all'apertura del 17 ottobre

Proposta per la preghiera in parrocchia nell’avvio del percorso sinodale

La CEI, il 4 ottobre, ha mandato ai direttori degli uffici liturgici una nota con i suggerimenti per il cammino sinodale. In essa si propone:

Dopo la cerimonia di apertura a Roma il 10 ottobre 2021

Tra la cerimonia di apertura a Roma e la cerimonia di apertura nelle Chiese locali (17 ottobre 2021) vi sono 7 giorni. L’invito è di utilizzare questo tempo come preparazione spirituale per l’apertura del Sinodo in ogni Chiesa locale e farne 7 giorni di preghiera per intenzioni specifiche relative al Sinodo.

Suggerimenti:

Caratterizzare le messe feriali della settimana;

Lunedì 11, memoria di s. Giovanni XXIII, papa del concilio.

Martedì 12, messa per il Sinodo (MR, p. 860).

Mercoledì 13, memoria del beato Fornasini: gratitudine per la beatificazione di questo “illuso”.

Giovedì 14, messa votiva dello Spirito Santo (MR p. 931 ss).

Venerdì 15, memoria di S. Teresa d’Avila, riformatrice dell’ordine carmelitano e della Chiesa.

Sabato 16, messa per la Chiesa (MR p. 851) oppure S. Maria Madre della Chiesa (MR p. 935).

 

Formulazione di una o più preghiera dei fedeli nelle messe della settimana

  • per il cammino sinodale della Chiesa italiana, perché lo Spirito Santo, amore del Padre e del Figlio, raduni i figli di Dio in una espressione di comunione che manifesti al mondo il mistero di Dio Trinità. Preghiamo.
  • Perché il Padre celeste che ci chiama alla sua tavola, ci trovi disponibili alla partecipazione attiva di questi santi misteri e di qui al mistero della Chiesa, suo popolo. Preghiamo.
  • Perché il Cristo Signore, che ci unisce a sé come i tralci alla vite, ci guidi nell’esercizio della sua missione, ciascuno con il suo carisma e la sua funzione e tutti insieme come manifestazione del suo corpo ecclesiale. Preghiamo.

 

Il canto di comunione

Si consiglia un uso frequente di Dov’è carità e amore, composto da Paolino II di Aquileia per il sinodo di Francoforte (794) e universalmente conosciuto per l’offertorio del Giovedì Santo.

 

La recita della preghiera dell’Adsumus, nella versione offerta dalla CEI, come preghiera dell’assemblea radunata, prima che cominci la messa.

Siamo davanti a Te, Spirito Santo, mentre ci riuniamo nel Tuo nome. Con Te solo a guidarci, fa’ che tu sia di casa nei nostri cuori; Insegnaci la via da seguire e come dobbiamo percorrerla. Siamo deboli e peccatori; non lasciare che promuoviamo il disordine. Non lasciare che l’ignoranza ci porti sulla strada sbagliata né che la parzialità influenzi le nostre azioni. Fa’ che troviamo in Te la nostra unità affinché possiamo camminare insieme verso la vita eterna e non ci allontaniamo dalla via della verità e da ciò che è giusto. Tutto questo chiediamo a te, che sei all’opera in ogni luogo e in ogni tempo, nella comunione del Padre e del Figlio, nei secoli dei secoli. Amen.

 

Un versetto per le invocazioni e per le intercessioni alla liturgia delle ore

Invocazioni:

Manda il tuo Spirito, Signore, e riversa nei nostri cuori la tua carità,
-perché la tua Chiesa cammini in comunione e pace sotto la tua guida.

Intercessioni:

Per coloro che guidano il tuo popolo, secondo il tuo mandato e la tua grazia,
-perché docili al tuo Spirito raggiungano e coinvolgano i tuoi fedeli nella unica missione della tua Chiesa.

condividi su